Quello che forse è l’intervento di chirurgia estetica più richiesto in assoluto è la mastoplastica additiva. Si tratta della procedura per aumentare il seno e ottenere una taglia più armoniosa con il resto del corpo. Il chirurgo plastico Roma ricorre a questa operazione quando una donna non si senta a suo agio con un seno piccolo. Lo scopo dell’operazione è dare un seno più proporzionato con il resto del corpo, infatti. Per scegliere la taglia del seno si tiene conto del peso corporeo e di altre misure con la vita e i fianchi. Anche i desideri della paziente sono presi in esame, ma senza esagerare.

Le protesi: come sono fatte e dove sono sistemate

Le protesi aumentare il seno possono esser di diverso materiale, oggi la maggior parte dei chirurghi preferisce utilizzare quelle in gel di silicone che riproduce fedelmente la consistenza del seno naturale. possono avere forme diverse; ci son infatti quelle rotonde. Esistono anche quelle a forma di goccia, dette anche anatomiche perché sono più fedeli all’aspetto del seno naturale.

Per quanto riguarda le protesi, il chirurgo plastico Roma deve afre altre scelte che riguardano la posizione. Può decidere di inserirle dal cavo ascellare oppure da sotto il seno. Inoltre, può optare per sistemarle sotto al muscolo grande pettorali oppure sotto. Se la protesi viene messa sopra, il movimento del seno sarà molto naturale ma si potrebbero intravede i bordi della protesi. Al contrario, se si decide di mettere la protesi sotto al muscolo, i bordi saranno ben celati ma il seno risulterà un po’ statico con poco movimento.

I risultati: quali sono

I risultati dell’operazione sono visibili non appena passa il gonfiore e la tumefazione, naturali dopo un intervento di questo tipo. Le cicatrici da cui sono state introdotte le protesi sono pressoché impercettibili grazie alla tecnica usata per applicare i punti e anche grazie alla loro posizione. Infatti, il chirurgo plastico Roma incide il derma in punti dove la pelle già si piega naturalmente.